Serata di gemellaggio

Giuseppe. Serata speciale per la presenza numerosa dei soci di Como e Lugano in virtù del gemellaggio stabilito nel 2014, per l’annuale appuntamento quest’anno organizzato dal nostro club. Dopo il saluto e il benvenuto del nostro Presidente sono intervenuti il Presidente del club di Lugano, Stefano Giulieri, che si è complimentato per la scelta della location e per sottolineare il pregio del gemellaggio per mantenere e rafforzare le nostre amicizie e il Presidente del club di Como, Achille Moioli, che proprio per la validità del gemellaggio, ha lanciato la proposta di allargarlo al club Malpensa. Il Presidente del club, Enrico Salomi presente come ospite, lieto della proposta farà da portavoce al nuovo Presidente del club essendo lui in scadenza di carica. Luca conduttore della serata, introduce il tema della conviviale articolato in tre punti: storia dell’Aeroporto di Calcinate e dell’Aereo Club, Volo a vela sportivo, Volo a vela acrobatico, affidati rispettivamente ai tre Relatori che presenta: Margherita Acquaderni Caraffini, detentrice di record di volo veleggiato, il più recente dei quali stabilito nell’aprile scorso con un volo di 680 km. Triangolo FAI; Alberto Sironi, pilota campione del mondo detentore di record, anche per lui il più recente nell’aprile scorso conseguito con un volo di 1000 km. Triangolo FAI; Massimo Ciceri, pilota campione di volo a vela acrobatico. Presenti alla serata i Delegati CONI della Provincia di Como, Katia Arrighi e di Varese, il nostro socio Walter Sinapi. Margherita Acquaderni Caraffini nella sua relazione ha ricordato i personaggi Plinio Rovesti, pioniere e mito del volo veleggiato e Adele Orsi, pilota eccezionale, detentrice di numerosi record; la costruzione dell’aeroporto di Calcinate riservato interamente agli alianti ed il primo atterraggio avvenuto nel 1961 dalla cima del Campo dei Fiori con l’aliante spinto nel vuoto dalla forza degli elastici. Ha ricordato l’apertura nel 1960 del Centro Studi Volo a Vela Alpino con ricca documentazione conservata nel Museo del Club, visitato nel pomeriggio, da nostri soci e gemellati. Ha riferito come il Club abbia acquisito “internazionalita” grazie al grande successo ottenuto nell’organizzazione di una edizione di un Campionato del Mondo e che recentemente presso il club è stato costituito il Centro Italiano Paralimpico con la scuola per il brevetto di pilota per i diversamente abili. Ha concluso la sua relazione con l’invito a provare l’esperienza straordinaria del volo veleggiato con la proposta “Pilota per un giorno” che alcuni nostri soci hanno felicemente realizzato nel pomeriggio.

Lascia un commento

Scroll to top