Che emozione con Celine Van Till

Celine Van Till al Lux di Massagno

Si è svolto ieri sera il terzo ed ultimo appuntamento della rassegna Cine Panathlon al Lux di Massagno. La pellicola è stata introdotta da Sergio Ostinelli, per anni apprezzato giornalista sportivo RSI, che ha presenziato e commentato personalmente varie competizioni di molte edizioni dei giochi olimpici. Per completare la rassegna, dedicata alle vere storie legate alle olimpiadi, il pubblico ha assistito al film L’atleta – Abebe Bikila (2015 – regia di Rasselas Lakew, Davey Frankel). “Le imprese del “maratoneta scalzo” dei Giochi olimpici di Roma 1960 e Tokyo 1964, vengono ricordate in contrapposizione con il periodo post incidente che lo ha privato dell’uso delle gambe. La sua volontà di non arrendersi mai lo stimola a provare nuove sfide sportive consone con la sua nuova situazione di vita”. Dopo la visione del toccante film che ha fatto riflettere la platea, le emozioni sono continuate con la presentazione di Celine Van Till, giovane promessa dell’ippica svizzera – dressage, che a 17 anni è stata vittima di un grave incidente durante una competizione. Diagnosi: trauma cranio-cerebrale e lotta tra la vita e la morte per lunghe settimane. Ha commosso il pubblico dando una lezione di vita e di coraggio parlando della sua rinascita, dei difficili anni di riabilitazione, sino ai momenti più positivi ed i nuovi traguardi raggiunti (Miss Handicap nel 2012 e partecipazione alle paraolimpiadi nel 2016). Ha ancora nuovi progetti da realizzare, anche in nuove discipline, come ad esempio l’atletica ottenendo già risultati brillanti e con l’obiettivo di partecipare ai giochi paraolimpici di Tokyo 2020. Maggiori informazioni www.celinevantill.ch. Il Panathlon Club Lugano ha devoluto un contributo alla sua associazione. Con questo terzo appuntamento si completa il progetto del Panathlon Club Lugano d’impegno alla promozione dei valori etici, culturali e formativi fondamentali per ogni individuo, attraverso lo sport.

Lascia un commento

Scroll to top